Instagram sta lentamente presentando un nuovissimo attributo che aiuterà a proteggere meglio i tuoi dati personali dall’accesso da parte delle tue applicazioni di terze parti scartate a lungo, ovvero qualsiasi app che avevi effettivamente appena autorizzato ad accedere al tuo account Instagram per molti anni. Questo potrebbe consistere in siti Web che hai utilizzato per stampare le tue immagini di Instagram, diverse app di appuntamenti o strumenti di Instagram per creare raccolte, scoprire le tue foto principali e altro ancora.

Fornire un dispositivo per sbarazzarsi dell’accessibilità delle app di terze parti al proprio account è ora una configurazione di sicurezza relativamente comune tra le società della piattaforma. Instagram è in ritardo per utilizzare tale funzionalità. Twitter, Facebook e Google hanno avuto funzionalità simili in atto per molti anni.

Oltre a Instagram non si sta affrettando nemmeno il suo lancio.

L’azienda afferma che le sue nuovissime funzionalità di sicurezza impiegheranno sicuramente ben sei mesi per raggiungere tutti gli utenti, poiché è stata sviluppata per essere implementata progressivamente. Ai fini del confronto, molti attributi nuovi di zecca hanno la tendenza a presentarsi in giorni o talvolta settimane, anche se raramente fino a sei mesi.

Preleva l’accesso a 1

La scelta di spostarsi lentamente merita di essere richiamata di seguito, in particolare dato che la massiccia voce sui dati individuali di Facebook, Cambridge Analytica, nata da Instagram, è nata dal fatto che i clienti si erano effettivamente collegati a un’applicazione di terze parti che ha accumulato male le informazioni individuali degli utenti.

Instagram, probabilmente, ha molto meno di un tesoro di dettagli individuali utili da attingere, rispetto a Facebook. Ma non è ancora richiesta l’autorizzazione per alcune applicazioni che hai utilizzato non appena, anni fa, continuano ad accedere alle informazioni sull’accessibilità come il tuo nome utente Instagram, le tue immagini, tutte le tue iscrizioni, i timestamp dei tuoi post, i permalink e altro ancora. E anche se conservi un account privato con l’intento di condividere i tuoi contenuti web con amici intimi e anche familiari, questo livello di accessibilità potrebbe renderti ancora più imbarazzante.

Mentre Instagram non è chiaro nelle sue notizie pubbliche sul suo pensiero per un’implementazione così lenta, è collegato alle modifiche dell’API per i progettisti. L’azienda offre ai progettisti il ​​tempo di trasferirsi dalla piattaforma API Heritage di Instagram all’API Graph di Facebook.

Come chiarisce la società in una notizia da programmatore, la nuova API consentirà certamente “casi d’uso appropriati per i clienti, garantendo al contempo la privacy degli utenti e anche la sicurezza”, consistendo nel dare ai clienti la possibilità di decidere quali informazioni mostrare alle app, quindi revocare l’accesso con l’applicazione mobile di Instagram. La piattaforma API di eredità sarà deprecata il 2 marzo 2020.

Avrebbe senso per Instagram interagire con gli utenti che il lancio graduale è dovuto al fatto che sta dando ai progettisti il ​​tempo di ottenere le loro applicazioni pronte per queste regolazioni. Ma poiché in realtà non ne ha discusso, la notizia dell’implementazione lenta si presenta come Instagram che non crede che una tale funzionalità sia una priorità o cruciale per gli utenti.

Se hai la nuova configurazione di protezione, la scoprirai sotto “Impostazioni” nell’applicazione Instagram. Sarà sicuramente sotto “Protezione”, quindi “App e anche Siti”. Da questo display, puoi toccare “Rimuovi” su qualsiasi tipo di applicazione che non desideri sia collegata al tuo account Instagram.

Associato a questo, Instagram afferma anche che presenta una schermata di autorizzazione aggiornata che fornirà informazioni su tutti i dettagli richiesti da un’app quando è molto probabile che tu autorizzi la connessione al tuo account Instagram. Se ritieni che raggiunga il limite, puoi semplicemente scegliere “Annulla” anziché “Autorizza”.

Autorizza l’accessibilità.

Se al momento non disponi delle nuovissime funzionalità, è sufficiente attendere fino a un certo punto nel 2020, presumo.